La brocca, il velo, il pane

Il Santuario di Mongiovino la storia e le carte

Il lavoro è nato dalla individuazione, tra i documenti dell’archivio del notaio Francesco Briganti, ora all’Archivio di Stato di Perugia, di un manoscritto del 1803 sulla storia dell’immagine “miracolosa” della Vergine e sulla fondazione della chiesa della chiesa, compilato dal sacerdote Domenico De Biani, dal 1808 priore del Santuario. Nel 2013, la trascrizione del testo è stata fatta in pochi giorni da un gruppo di archivisti della Soprintendenza archivistica per l’Umbria, con l’intento di presentare il manoscritto nel corso di una manifestazione.

Leggi un estratto

Lo Statuto di Mongiovino Vecchio

Anno 1562

In occasione della presentazione del volume La brocca, il velo, il pane. Il Santuario di Mongiovino la storia e le carte, Francesca Caproni, direttore del Gal Trasimeno Orvietano e Camerlengo delle Confraternite del Santissimo Sacramento e della Buona Morte in Mongiovino, e Mario Squadroni, Soprintendente archivistico e bibliografico dell’Umbria e delle Marche, si  accordarono per pubblicare, al più presto, anche lo statuto dell’antica comunità di Mongiovino, testo del 1562, conservato a Roma nel fondo manoscritti della Biblioteca Giovanni Spadolini del Senato della Repubblica.

Leggi un estratto